Domande e risposte (FAQ)

I nostri nonni non conoscevano questo problema. L'aria fresca affluiva dalle fessure all'interno degli edifici. Le maggiori esigenze di comfort e un'accresciuta consapevolezza ambientale hanno  portato a costruire immobili sempre più ermetici. Il che consente di risparmiare ingenti quantitativi di energia, ma non garantisce il dovuto ricambio d'aria. Numerose sostanze tossiche permangono quindi all'interno dei locali, mettendo a rischio la nostra salute.

Non di rado all'interno delle mura domestiche respiriamo più sostanze nocive che non attraversando una strada fortemente trafficata. Questa aria cattiva può essere causa di diversi malesseri e disturbi più seri. L'aria pulita è importante per il benessere delle persone che soggiornano negli spazi chiusi. E una premessa fondamentale per una buona salute e un elevato grado di benessere. 

Rispetto a un sistema di ventilazione centralizzato che richiede una complicata regolazione, con gli apparecchi decentralizzati MELTEM, ogni unità può essere impostata individualmente e in base alle necessità: ad es. un livello di ventilazione più basso nella camera da letto (per garantire un'aerazione di base) e una potenza maggiore in soggiorno (dove vi sono più persone).

Il montaggio degli apparecchi avviene in modo rapido, semplice ed economico. A differenza dei sistemi centralizzati, i tubi per il trasporto dell'aria nel luogo desiderato, non sono necessari. Come neppure i silenziatori per ridurre la trasmissione del rumore tra i locali. Vengono altresì a cadere complessi lavori di progettazione preliminare e lavori supplementari durante la fase di costruzione. Senza la rete di condutture, anche cura e manutenzione delle condotte risulta superflua.

Gli apparecchi di ventilazione per locali singoli sono perfettamente indicati anche per risanamenti, dove spesso non vi è posto per inserire una rete di condotte per l'aria. 

M-WRG è un sistema recuperativo e ha il vantaggio di regolare e aspirare l'aria in locali fino a 50m². L'aria in entrata e in uscita vengono filtrate separatamente. Il rumore dell'impianto di ventilazione è ridotto e uniforme (indicato anche per le camere da letto).

I sistemi rigenerativi (ventilatori alternati) sono generalmente basati su un principio di convoglio d’aria tra due apparecchi che lavorano in maniera alternata. Nei sistemi rigenerativi il volume d'aria specificato viene raggiunto unicamente con due apparecchi. Sono quindi necessarie almeno due unità con un sistema di regolazione supplementare, il che raddoppia quasi il prezzo di base. Inoltre, negli apparecchi regenerativi i filtri dell'aria in entrata e in uscita sono a funzionamento reciproco, il che può comprometterne l'efficacia. Infine, il funzionamento alternato dell'apparecchio di ventilazione nella camera da letto può risultare acusticamente fastidioso, per non parlare della diffusione di odori all'interno dell'abitazione. In locali in cui l'aria risulta particolarmente viziata (cucina/bagno/wc) occorre inoltre installare sempre due sistemi rigenerativi.  

Le percezioni sono soggettive e possono variare sensibilmente da una persona all'altra. È quindi difficile misurarle o paragonarle. Diverse analisi hanno dimostrato che, con la giusta progettazione del sistema di ventilazione, non risultano correnti d'aria.

Sì. Una volta terminata la costruzione che ancora contiene litri di umidità, il tempo di asciugatura attraverso uno scambio d'aria permanente viene ridotto da 2-3 anni a pochi mesi. I sistemi di ventilazione M-WRG andrebbero messi in funzione prima di occupare l'abitazione con elevata portata d'aria fino a raggiungimento dei livelli di umidità standard per le abitazioni. In seguito la portata d'aria può essere impostata sui livelli consigliati o desiderati. 

In linea di principio sì. I sistemi di ventilazione comfort M-WRG possono tuttavia essere messi in funzione con un camino o una stufa unicamente se questi ultimi sono dotati di un dispositivo di sicurezza (dispositivo di sorveglianza della pressione atmosferica). Il dispositivo di sicurezza spegne automaticamente il sistema di ventilazione in caso di pressione negativa pericolosa (> 4 o 8Pa, pericolo di fuoriuscita di gas di scarico nocivi nei locali) e lo riattiva allorché il livello di pressione ritorna normale. Saremo lieti di fornirvi ulteriori informazioni su questi prodotti. 

Assolutamente sì! Non richiede infatti condotte dell'aria e in caso di risanamento di un vecchio edificio, vi offriamo un dispositivo di montaggio a parete. Sono necessari solo due fori da Ø 120mm e l'allacciamento elettrico degli apparecchi.

Occorre sostituire il filtro regolarmente ed eventualmente pulire lo scambiatore di calore. Maneggevoli e compatte, le cartucce filtranti circolari vantano un'ampia ed efficace superficie utile (da 0,12 a 0,36m²) e pertanto una notevole durata. Nel rispetto della norma VDI 6022 in materia di igiene degli impianti di trattamento dell'aria, i filtri, a prescindere dal loro stato, devono essere sostituiti almeno una volta all'anno. Le cartucce sono fissate sull'apparecchio mediante sistema di chiusura rapida e possono essere altresì sostituite velocemente. Poiché viene filtrata anche l'aria in uscita, si esclude la formazione di sporcizia sullo scambiatore di calore. Quest'ultimo può tuttavia essere pulito in caso di necessità sotto l'acqua corrente con l'uso di un comune detersivo. 

Per evitare che lo scambiatore di calore si ghiacci, dalla parte dell'aria di scarico viene montato un sensore che controlla costantemente la temperatura. Se la temperatura dell'aria di scarico scende sotto i 2 °C, a seconda del livello di potenza su cui è impostato l'impianto, mediante il sistema di regolazione motorizzato, la portata di aria in entrata e/o in uscita viene progressivamente modificata in modo che la percentuale di aria in uscita aumenti. In questo modo si ottiene un aumento della temperatura dalla parte dell'aria di scarico.

Dopo 3 min. che la temperatura dell'aria di scarico segnalata risulta di 4 °C, l'apparecchio riprende a funzionare nella modalità precedente. Se, nonostate l'incremento del volume di aria in uscita non si riesce  a raggiungere il valore di 2 °C, sia il ventilatore dell'aria immessa ed emessa che quello dell'aria in entrata e in uscita vengono spenti. Non appena il sensore della temperatura dell'aria di scarico rileva il valore di 4 °C, il sistema riprende a funzionare nella modalità impostata prima dello spegnimento.

Nel periodo estivo, si raccomanda di mantenere la temperatura delle aree notte in cui viene installato l'impianto M-WRG tra i 16 e i 18 °C, in modo che l'apparecchio non passi costantemente in modalità protezione antigelo e si spenga. Maggiore è la temperatura interna, maggiore è l'effetto tampone necessario per il funzionamento dell'apparechio e il recupero del calore. Inoltre, la temperatura suddetta è quella sana, consigliata per le camere da letto. 

Per evitare che le impurità dell'aria esterna entrino nell'abitazione e per proteggere l'apparecchio stesso dalle impurità (motore, scambiatore di calore, componenti elettroniche).

Alcuni studi hanno dimostrato che nell'aria vi sono impurità quali particelle di fuliggine, fumo, polvere di metalli, pollini, virus e batteri. Le dimensioni delle particelle variano da meno di 1µm fino a fibre, foglie e insetti. Numerose di queste sostanze possono scatenare allergie e/o disturbi alle vie respiratorie. È pertanto importante pulire l'aria in tutti i modi possibili mediante filtri appropriati.

In genere un elettricista. 
Spesso questi apparecchi vengono anche installati da specialisti di altri settori

  • Riscaldamento/Ventilazione/Climatizzazione
  • Impianti sanitari
  • Falegnami/Carpentieri
  • Imprese edili

Per il montaggio a incasso si consiglia di inseire le cassette a parete (set di montaggio M-WRG-M) già nella costruzione grezza, prima che venga intonacata. Le guarnizioni dell'apparecchio M-WRG possono poi essere ordinate comodamente in un secondo tempo.

No. L'apparecchio è previsto per il montaggio a parete. Con un montaggio a plafone non si potrebbe avere un corretto smaltimento di eventuale condensa e il ricircolo della stessa potrebbe danneggiare il motore e le componenti elettroniche.

Gli apparecchi M-WRG devono essere montati all'interno di una parete esterna. Suggeriamo di installare gli apparecchi in alto su una parete con finestra. Poiché notoriamente l’aria calda sale, posizionando l'apparecchio in altezza è possibile deviarla efficacemente. L'apparecchio, nel rispetto della statica dell'edificio, deve essere posizionato circa 30cm (min. 15cm) sotto il soffitto. Occorre inoltre mantenere una distanza laterale di 5cm rispetto alle superfici adiacenti (per evitare un cortocircuito d'aria, per facilitare l'utilizzo dell'apparecchio e agevolare la sostituzione del filtro).

La quantità dipende dal numero e dalle dimensioni dei locali. In singoli casi, la sistemazione, a fronte di tutti i dati necessari (tipo di casa con indicazioni delle superfici abitative, viste, sezioni, planimetria, prova di tenuta) viene effettuata da noi. Potete tuttavia fare questo calcolo approssimativo: 1 apparecchio di ventilazione M-WRG ogni 20 - 30m² di superficie abitativa. In una casa unifamiliare standard saranno quindi necessari almeno 4–6 apparecchi.

È il rapporto di aria fresca fatta affluire e i volumi di spazio da arieggiare.

Un ricambio d'aria pari a 0,4 significa che il volume d'aria presente viene sostituito 0,4 volte in un'ora.

Poiché si tratta di un sistema decentralizzato, in linea di principio sì, consigliamo di installare i nostri apparecchi in soggiorno, nella sala da pranzo, nelle camere da letto, nelle camerette dei bambini, nei locali di lavoro e anche nei locali hobby. Per la cucina consigliamo una cappa aspirante a ricircolo d'aria. Per i bagni all'esterno, l'impiego è possibile a partire dal settore di protezione II (con cappa protettiva e interruttore di accensione e spegnimento) secondo la norma DIN VDE 0100. Nel settore di protezione 0 e 1 l'installazione non è possibile! Attraverso la nostra soluzione per 2 locali, vi è tuttavia la possibilità di scaricare l'aria da un secondo locale come ad es. un bagno/WC o la cucina.

Effinché l'efficacia della portata d'aria in entrata e in uscita dell'apparecchio di ventilazione M-WRG sia sempre e completamente garantita, occorre evitare di coprire l'apparecchio con tende, tapparelle o altri oggetti. Si sconsiglia anche di inserirli in strutture chiuse (ad es. armadi) per evitare di comprometterne la piena fuzionalità.

È praticamente impossibile. L'aria di scarico viene espulsa in un getto e l'aria fresca viene assorbita in una zona molto stretta da tutte le parti. D'altro canto vi sono sempre movimenti d'aria naturali sulle facciate che contrastano un eventuale miscela delle due arie. La situazione è stata valutata da TÜV-Bayern e comprovata da una documentazione fotografica.

M-WRG
Con una temperatura ambiente e un'umidità standard, nelle giornate molto fredde è possibile che si formi della condensa. La condensa viene espulsa con l'aria in uscita mediante un apposito quadro conduttore. Non è quindi necessario un contenitore di raccolta. 

M-WRG-II
Nell'apparecchio M-WRG-II con scambiatore di calore PET, la condensa deve essere smaltita manualmente, mentre nel modello con scambiatore di calore entalpico non è necessario.